progetto di ricerca SWILT: Sciami alla conquista della produzione

22/10/2018

Il progetto di ricerca SWILT sviluppa algoritmi per l’industria 4.0 sui modelli presenti in natura.

Ad ottobre 2018 l’Università Alpe Adria di Klagenfurt ha dato il via al progetto di ricerca SWILT (Swarm Intelligence Layer to Control Autonomous Agents), incentrato su sistemi cyberfisici, equiparati agli sciami, per far interagire il mondo reale con quello virtuale. Vi partecipano i quattro partner carinziani Lakeside Labs GmbH, l’Università di Klagenfurt, Infineon Technologies Austria AG e Novunex GmbH. Promosso dalla FFG (società finanziatrice della ricerca), il progetto ha una durata di tre anni ed ha un volume di quasi 1 milione di euro.

Per l’industria, la fitta interazione con gli stabilimenti produttivi rappresenta un’enorme sfida. I sistemi cyberfisici mostrano un comportamento complesso e dinamico, paragonabile a quello osservato negli uccelli, nelle formiche, nelle api e nei pesci. Traendo spunto dalla natura, il progetto SWILT modella dunque interi impianti industriali sulla base di sciami, stormi o branchi. Che si tratti di macchinari, prodotti o sistemi di trasporto, essi appartengono tutti ad uno “sciame” in grado di superare la crescente complessità e dinamicità richiesta dai sistemi dell’Industria 4.0.

“L’esperienza pluriennale ci ha dimostrato quanto gli algoritmi dell’auto-regolazione siano in grado di risolvere problematiche altamente complesse e di trovare soluzioni valide. L’aspetto innovativo di SWILT non risiede nella definizione di un’ennesima pianificazione della produzione pre-calcolata o di una tabella di routine, bensì nell’acquisizione di regole locali risultanti da algoritmi basati sulla cosiddetta intelligenza di sciame”, spiega la project manager Melanie Schranz (Lakeside Labs GmbH). Wilfried Elmenreich dell’Università di Klagenfurt, partner del progetto, aggiunge: “Ciò consente di ottenere algoritmi reattivi in grado di compensare in modo flessibile le variazioni dinamiche nell’ambiente produttivo locale attraverso un’elaborazione di dati in tempo reale. Uno degli aspetti importanti di SWILT in termini di ricerca riguarda lo sviluppo di una libreria di tali algoritmi basati sull’intelligenza di sciame che raggruppa esigenze e limitazioni specifiche per ciascuna applicazione e consente test, analisi e raffronti strutturati grazie alla simulazione.”

L’organizzazione, l’osservazione e il coordinamento di sciami con migliaia di partecipanti autonomi costituiscono un compito assai complesso. Per tale motivo SWILT traspone le regole locali di uno sciame in un’architettura innovativa a tre livelli che permette la comunicazione fra sciami indipendenti. Per tale comunicazione viene impiegata la nuova tecnologia di tendenza 5G che, grazie all’elevata capacità di trasmissione di dati e all’esigua latenza, sta assurgendo ad elemento irrinunciabile dell’Industria 4.0. Attraverso il 5G Playground, che sarà avviato all’inizio del 2019 nel Lakeside Science & Technology Park, i partner di ricerca si attendono risultati pionieristici per gli algoritmi basati sulla riproduzione di sciami, i quali saranno implementati come applicazioni di rete 5G.

redazione:
Dr. Romy Müller UNI Services | Alpen-Adria-Universität Klagenfurt |  www.aau.at

contact for scientific information:
Dipl.-Ing. Dr. Melanie Schranz, Projektleitung SWILT
schranz@lakeside-labs.com
+43 660 55 99 469
+43 463 28 70 44 22

Univ.-Prof. Dr. Wilfried Elmenreich
wilfried.elmenreich@aau.at
+43 463 2700 3649

22/10/2018